News

Landini, novità a 360 gradi al Sima 2015

Landini, novità a 360 gradi al Sima 2015

Dagli specializzati alla gamma alta, Landini si presenta al grande appuntamento del Sima 2015 con novità che riguardano l’intera gamma, proseguendo con determinazione il progetto di rinnovamento tecnologico ed estetico di tutte le fasce di potenza, introducendo standard ergonomici e di comfort decisamente all’avanguardia. Nel segmento dei trattori specialistici viene lanciata in anteprima mondiale la Serie REX rinnovata, soprattutto in termini di comfort e design, in considerazione della necessità ormai imprescindibile degli operatori che per molte ore consecutive occupano il posto guida. La nuova serie REX si presenta quindi con un aggiornamento stilistico delle cabine attraverso un uso funzionale dei colori orientato da una parte a creare un am­biente riposante e dall’altra a permettere una più immediata indi­viduazione dei principali comandi operativi.  Completamente rinnovati anche i cofani, realizzati in materiali polimerici ed in grado di assicurare resistenza sia meccanica sia verso gli agenti esterni, oltre ad allinearsi ai nuovi look proposti dai Landini di ultima generazione. Immutate le soluzioni tecnico-funzionali, con le ver­sioni “F”, “GE” e “GT” dotate di motorizzazioni Perkins a 3 o 4 cilindri con potenze massime dai 68 cavalli della versione “REX 70” ai 110 cavalli del top di gamma “REX 120”. Due le trasmissioni disponibili, con il gruppo ba­se di 3 gamme e 5 marce che met­tono a disposizione 15 + 15 rapporti. La medesima architettura 3 X 5 è alla base della trasmissione opzionale “PowerFive”, integrata da un HI-LO elettro-idraulico che eleva le velocità disponibili a 30+30 innestabili sotto carico me­diante pulsante De-Clutch e con un inversore sincronizzato a comando elettroi­draulico “Power Reverse”. A disposizione anche un superridutto­re che, operando solo sulle due gamme basse, mette a disposizione fino a 40 + 40 rapporti. Si confermano garanzia di efficienza l’impianto idrau­lico sdoppiato da 100 litri al minuto nella configurazione a 3 pompe che alimenta fino a 6 distributori ed il sollevatore posteriore da 2.600 kg di portata massima (3.250 kg per la versione GT).

La Serie 4 Landini viene esposta al Sima con una gamma ampliata grazie ai 3 modelli di potenza medio-bassa: 4-060, 4-070 e 4-080 con potenze nominali rispettivamente di 61, 68 e 75 CV e con potenze massime di 64, 69 e 76 CV.  Più compatti rispetto ai 3 modelli di potenza superiore (4-090, 4-100 e 4-105), i nuovi Serie 4 offrono un cambio 12 + 12 con inversore meccanico o elettro-idraulico (optional) con potenziometro per la regolazione dell’aggressività dell’inversore e superriduttore 16+16 (optional).  Realizzati sia in versione piattaforma che con cabina, questi modelli rientrano appieno fra i trattori utility di bassa potenza, adatti a tutti gli impieghi aziendali, dalla fienagione, all’utilizzo con caricatore frontale, fino al vigneto e frutteto ad impianto largo, grazie alla possibilità di raggiungere un ingombro in larghezza di soli 1,73 m con pneumatici posteriori 12.4R36. La gamma compatta è provvista di motori Deutz Tier 4 Final con catalizzatore di ossidazione DOC, che non necessita di filtro DPF e quindi di rigenerazione ad alte temperature. A completare l’allestimento una PTO meccanica servo-assistita o ad innesto elettro-idraulico, un circuito idraulico con capacità di 49 l/min + 28 l/min, due distributori di base con possibilità di aggiunta di un distributore posteriore e due ventrali. Il sollevatore posteriore, a controllo meccanico, offre di serie una capacità di 2.700 kg con possibilità di raggiungere i 3.400 kg grazie ad un cilindro supplementare.  L’assale anteriore, infine, è dotato di sistema di slittamento limitato e l’innesto delle quattro ruote motrici è sempre di tipo elettro-idraulico. La Serie 4 Landini presenta anche il modello 4-075 Tier 3 provvisto di motore Perkins Tier 3 destinato al mercato Europeo anche per il 2015, soluzione ideale dove sia richiesto un trattore estremamente versatile ed entry-level.

Un’altra importante novità presentata al Sima 2015 riguarda, inoltre, la Serie 5H che, seguendo il rinnovamento del Family Feeling Landini, viene esposta con la nuova cabina studiata per assicurare livelli maggiori di comfort e visibilità. Disegnata e prodotta negli stabilimenti italiani di Argo Tractors, la nuova cabina è caratterizzata da pianale piano e da una struttura a 4 montanti. Il comfort interno è sottolineato da una grande attenzione ai dettagli, dalla colonna di sterzo telescopica ed orientabile integrante il pannello porta-strumento, dalla curata ergonomia dei comandi, fino al sistema di aria condizionata che, ottimizzato dalla collocazione dei filtri nei montanti posteriori, garantisce una linea “slim” del tetto un’altezza della macchina contenuta ed un’agevole manutenzione dei filtri. Il rinnovamento della cabina è affiancato da un considerevole aumento della portata idraulica a 63 l/min + 30 l/min oltre ad un incremento della capacità del serbatoio carburante a 120 litri. Le trasmissioni ad inversore elettro-idraulico con potenziometro beneficiano di importanti upgrade: alla versione 36+12 con 3 marce Powershift e velocità 40 km/h a regime ridotto giri motore, se ne associa una base da 12+12 sempre a 40 km/h e con inversore elettro-idraulico. Quattro sono i modelli della rinnovata Serie 5H con potenze da 88,5 a 113 CV e con sistema Dual Power di potenza incrementale disponibile di serie nei primi tre modelli.

Nata come erede della serie Powermondial, la nuova Serie 6C Landini è presente al Sima 2015 con un’anteprima assoluta: il nuovo modello 6-140C. Sempre motorizzato FPT NEF (Tier 4 Interim) da 4,5 litri dotato di sistema Selective Catalytic Reduction, la potenza è di 130CV unboosted e di 140CV in Dual Power. La Serie 6C dispone di una cabina a quattro montanti di nuova concezione che all’estetica moderna unisce un livello di comfort unico di derivazione automobilistica; alla versione di base si affianca l’opzione della sospensione meccanica a due punti. Nuove opportunità di comfort sono offerte dall’assale (con o senza freni) con sospensioni idrauliche indipendenti a controllo elettronico che, in alternativa all’assale fisso di serie, garantisce grande velocità sui terreni sconnessi, aumenta la trazione e migliora la manovrabilità a favore di comfort, sicurezza e produttività. Di serie la trasmissione T-Tronic 36+12 (3 marce Powershift), il sollevatore posteriore a controllo elettronico con capacità di 5400 kg ed un circuito idraulico con capacità di 66 litri/minuto nella versione standard e di 110 l/minuto nella versione a centro chiuso “Load Sensing” (LS). In opzione sono disponibili inoltre presa di forza e sollevatore frontali (2.500 kg di capacità). Sotto ai riflettori del Sima la robusta e moderna Serie 6L, evoluzione del Landpower, lanciata sul mercato Europeo nei tre modelli 6-145L, 6-160L e 6-175L con potenze rispettivamente di 143, 163 e 176 CV. Equipaggiata di motori 16 valvole Tier 4 interim da 4,5 litri con sistema SCR, la gamma è ideale per lavorazioni in campo aperto, incluse quelle più onerose.

La Serie 6L riproduce il moderno Family Feeling dei più recenti trattori Landini, con il restyling della cabina, caratterizzata da nuove cromie degl’interni. Il cofano, incernierato posteriormente, offre un facile accesso al vano motore e il pacco radiante con sistema di apertura “a compasso” facilita e velocizza le operazioni di pulizia e manutenzione. Grazie ai consumi ottimizzati e ad un capiente serbatoio carburante da 270l (38l quello per l’AdBlue) viene garantita un’eccellente autonomia di lavoro. La Serie 6L è disponibile con inversore meccanico o, in opzione, con inversore idraulico e 3 marce sottocarico. Disponibile in opzione il superriduttore, con una velocità minima di 410m/h. L’impianto idraulico mette a disposizione 87 l/min per i servizi, che si aggiungono ai 38 l/min riservati allo sterzo.  Per gli utilizzi idraulici sono disponibili fino a 5 distributori e ad innesto elettro-idraulico è la Presa di Forza sincronizzata (di serie). La nuova gamma è sempre dotata di sollevatore posteriore a controllo elettronico con capacità massima di 8.400 kg, mentre il sollevatore anteriore, con Presa di Forza opzionale, offre una capacità di 3.500 kg.

Anche per la Serie 7 il Sima presenta alcune novità concentrate nel nuovo Model Year 2015 i cui aggiornamenti ergonomici ed estetici ne innalzano il livello di comfort e ne migliorano le prestazioni. In evidenza il miglioramento complessivo dell’insonorizzazione della cabina Lounge-Cab con una rumorosità interna ridotta a 70 dB e nuove rifiniture degl’interni per aumentare comfort ed ergonomia (aggiunto specchietto interno ed ulteriori prese 12 volt). Significativa innovazione è la disponibilità del sistema ISOBUS abbinato ad un monitor DSM touch screen da 12” di ultima generazione e dal design essenziale, che permette in modo semplice e intuitivo di controllare le funzioni Isobus ed i parametri di configurazione del trattore. Oltre a questo, la serie 7 Landini dispone ora su tutta la gamma di diverse opzioni di guida satellitare compatibili con sistema di correzione EGNOS, oppure Omnistar, o la più performante ed accurata tecnologia RTK.

Infine, per i mercati extra CEE, Landini presenta a Parigi il Landforce 115 ed il Landforce 125, da 112 e 120 CV, dotati di un efficiente circuito idraulico a centro chiuso da 110 l/minuto. Il posto di guida, disponibile con arco di sicurezza (e nel prossimo futuro anche di cabina), è provvisto di sedile molleggiato, sterzo idraulico e comandi ergonomici con il risultato di un ottimo livello di comfort in questa categoria.