News

Landini protagonista della mostra «NOI. Storie di comunità, idee, prodotti e terre reggiane» promossa dal Comitato locale di Reggio Emilia per Expo 2015

Landini protagonista della mostra «NOI. Storie di comunità, idee, prodotti e terre reggiane» promossa dal Comitato locale di Reggio Emilia per Expo 2015

Storie di comunità, idee, prodotti e terre reggiane. E’ questo il tema della mostra NOI, curata dall’Architetto Luca Molinari, che dal 15 maggio 2015 per un anno occuperà uno spazio all’interno dei musei civici di Reggio Emilia. Tra i protagonisti della mostra, il marchio storico Landini, una delle più importanti intelligenze produttive nella storia industriale del territorio reggiano. Con un know how di eccellenza, Landini continua a mantenere una propria strategia di sviluppo e produzione legata al territorio di origine e al principale distretto della meccanizzazione agricola, seguendo un modello che per valori, passione e competenze non è possibile esportare all’estero. In tale ottica, il marchio si integra perfettamente con la filosofia di una mostra, organizzata nell’ambito del programma promosso dal Comitato locale di Reggio Emilia per Expo 2015, che fa leva sugli stessi valori di territorio, idee e “reggianità”. Oggetto della mostra alcuni esempi legati al passato, ma anche al futuro: cataloghi parti di ricambio di trattrici Landini Anni '50-60, una tavola originale del modello 25/30 prodotto da Landini nel 1925 e, infine, la sezione del trattore Landini Serie 4 del 2015. Queste tavole sono esposte a testimonianza di un’attività lunga e di successo, “oggi basata”, secondo le stesse parole del Presidente di Argo Tractors Cav. Lav. Valerio Morra, “…su di una solida piattaforma industriale capace di dare risposte in linea con l’evoluzione dei tempi e delle situazioni, oltre a poter contare sulle persone giuste nel momento giusto e al posto giusto”. Landini, tradizionalmente pronta a cogliere ogni opportunità, fa leva sul proprio know-how, sulla trasformazione delle idee in prodotti e servizi, sulla flessibilità e sul dinamismo, nonché sulla capacità di fare ricerca, innovazione e formazione. E tutto questo mantenendo salda la prerogativa del Made in Italy, basando l’intero processo industriale nei propri stabilimenti italiani. Stabilimenti che si trovano tutti in Provincia di Reggio Emilia.