TRANSAZIONE 4.0 E CREDITO D’IMPOSTA 50%
Agevolazione fino al 50% per beni strumentali (ex-super ammortamento) e beni immateriali

INVESTIMENTI

  • Rientrano tra i beni ordinari e possono godere del contributo del 10%, tutte le macchine agricole nuove, indipendentemente dal loro livello tecnologico;
  • Rientrano tra i beni 4.0 e possono godere del contributo del 50%, solo le macchine agricole dotate di tecnologia 4.0.

SPESE AMMISSIBILI

  • Il credito d’imposta si può utilizzare per gli investimenti effettuati a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021.

CONTRIBUTO

  • 50% dell’investimento e fino a 2,5 milioni di euro per macchine agricole (beni materiali) con tecnologia 4.0 (ex iper ammortamento)
  • 30% dell’investimento fino a 1 milione di euro per beni immateriali 4.0 (software)
  • 10% dell’investimento in beni materiali (macchine agricole) e immateriali (software) e fino ad un massimo di 2 milioni di euro (ex-super ammortamento)

IN EVIDENZA:

  • Possono godere dell’agevolazione anche aziende che NON hanno utili dichiarati, quindi grande opportunità per le Aziende/Società Agricole.
  • Le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere, a pena revoca, l’espresso riferimento alla normativa applicata: “Bene agevolato ai sensi delle disposizioni previste dai commi dal 184 al 194 della Legge n.160 del 27/12/2019.”

I BENI DEVONO ESSERE INTERCONNESSI E INTEGRATI AUTOMATICAMENTE COL PROCESSO PRODUTTIVO

FAQ

QUALI ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE?

Per accedere al contributo sarà necessario

  • acquistare i beni, materiali o immateriali
  • acquisire un’attestazione per i beni dal valore inferiore a 300 mila euro o una perizia tecnica giurata in caso di investimento superiore a 300.000 euro che dimostri che il bene:
  • ha tutte le caratteristiche di legge;
  • è interconnesso al sistema di gestione della produzione o della rete di fornitura.
CHI PUÒ GODERE DELL’AGEVOLAZIONE DEL CREDITO D’IMPOSTA TRANSIZIONE 4.0?

Rispetto ai vecchi super e iper ammortamento, possono accedere al contributo tutte le imprese nazionali, indipendentemente dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal regime fiscale. Sono perciò ora inclusi contoterzisti e imprese agricole, anche individuali, che si avvalgono del regime forfettario, indipendentemente dalla capacità o meno di produrre reddito.

IN QUANTO TEMPO SI PUO’ RECUPERARE IL CREDITO D’IMPOSTA?
  • Per gli investimenti in beni strumentali “ex super” e in beni immateriali non 4.0 effettuati nel 2021 da soggetti con ricavi o compensi minori di 5 milioni di euro, il credito d’imposta è fruibile in un anno;
  • È ammessa la compensazione immediata (dall’anno in corso) del credito relativo agli investimenti in beni strumentali;
  • Per tutti i crediti d’imposta sui beni strumentali materiali, la fruizione dei crediti è ridotta a 3 anni in luogo dei 5 anni previsti a legislazione vigente.
IL CREDITO E’ CUMULABILE CON ALTRI INCENTIVI?

Il credito d’imposta 4.0 è cumulabile con le altre leggi in vigore quali:

  • la nuova Sabatini
  • il credito del mezzogiorno
  • il Bando ISI INAIL 2020

Non e’ cumulabile con PSR.

COME FRUIRE DEL CONTRIBUTO?

È possibile fruire del contributo come credito per la compensazione delle spese tributarie sostenute tramite F24 quali IVA, IMU, contributi previdenziali e imposte dirette (Irpef, Ires, Irap).

Hai bisogno di ulteriori informazioni?

agricoltura di precisione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi