Landini ad Eima 20-21: nuovo utility, specialistico e alta potenza di ultima generazione

Argo Tractors conferma la propria partecipazione ad Eima, prima in versione Eima Digital Preview, che andrà “in rete” dall’11 al 15 novembre 2020, e poi in versione fisica presso il quartiere fieristico di Bologna, dal 3 al 7 febbraio 2021. Argo Tractors presenterà le innovazioni di prodotto e tecnologiche proseguendo il proficuo dialogo e confronto con concessionari, partner, fornitori e clienti a livello globale.

Landini Serie 4 Stage V

Seguendo la tradizione Landini di rendere il lavoro agricolo più produttivo e meno faticoso, la nuova famiglia nel segmento light utility, Serie 4 Stage V, è composta da trattori capaci di caratterizzarsi per comfort, leggerezza ed efficienza. Disponibili nelle versioni cabina e piattaforma, sono dedicati a quelle aziende agricole di piccole e medie dimensioni che vogliono una macchina comoda, conveniente e al tempo stesso capace di svolgere ogni tipo di lavoro.

Landini Serie 4 monta la nuova generazione di motori Kohler, a 4 cilindri e 16 valvole, Turbo Intercooler e iniezione elettronica Common Rail con prestazioni migliorate in termini di riserva di coppia, maggiore potenza e minori consumi. Il serbatoio di carburante da 85 lt assicura una lunga autonomia di lavoro. Il sistema Engine Memo Switch, che memorizza e richiama rapidamente il numero di giri motore, è una soluzione che garantisce il consumo minimo di carburante rispetto alla potenza richiesta. Serie 4 si compone di 3 modelli: 4-060, 4-070 e 4-080 con motorizzazioni rispettivamente da 61, 68 e 75 cavalli.

Il nuovo design propone l’innovativa cabina Total View Slim, progettata in chiave automotive per assicurare il massimo comfort durante il lavoro. Tra i suoi plus: il tetto Slim ribassato con tettuccio trasparente, il pavimento piatto, il climatizzatore, l’ottima insonorizzazione, gli allestimenti automotive, il cruscotto solidale al volante ed i comandi ergonomici.

Non solo, i comandi ergonomici rendono semplice l’uso di ogni strumento, come la nuova trasmissione POWERSHUTTLE 12 AV + 12 RM, con inversore idraulico a volante, e 24 AV + 24 RM con HI-LO ed inversore meccanico.

Tra gli ulteriori plus che distinguono Landini Serie 4 ci sono l’assale 4WD limited slip, il passo di 2.115mm, il sollevatore meccanico con capacità di sollevamento di 3.000kg e il circuito idraulico fino a 52 l/m.

L’ottima capacità di trazione e la grande manovrabilità garantiscono una stabilità eccezionale in ogni condizione di lavoro e una perfetta tenuta di strada nei trasferimenti. Un risultato reso possibile dal robusto assale anteriore, dotato di bloccaggio differenziale limited slip di serie e di doppia trazione a innesto elettroidraulico. Questo assetto garantisce una grande efficienza anche durante l’impiego del caricatore frontale.

La grande maneggevolezza è garantita dall’ampia oscillazione dell’assale, dall’elevata luce libera da terra e dall’angolo di sterzata a 55°. Inoltre, la guida idrostatica permette di sterzare dolcemente anche a bassi regimi.

La configurazione base prevede per sollevatore idraulico posteriore a comando meccanico di grande precisione, come da tradizione Landini. Il sollevatore è dotato di regolazione della velocità di discesa e di bloccaggio della posizione per le operazioni di trasferimento su strada. A richiesta, sono disponibili: il comando remoto del sollevatore, per l’aggancio degli attrezzi in autonomia dal parafango posteriore e il sistema ELS (Ergonomic Lift System) che, sollevando e abbassando l’attrezzo in un click, velocizza le manovre a fine campo, riduce i tempi di lavoro e aumenta la produttività. Il sollevatore meccanico ha attacco a 3 punti di Categoria 2.

Landini REX3 F

Nuovo Landini REX3 F, ora motorizzato Stage V, si distingue per innovative soluzioni tecnologiche, una nuova linea del cofano e la possibilità di scegliere una cabina Low Profile. Questa nuova famiglia è inoltre finalista al prestigioso premio Tractor of the Year 2021 nella categoria “best of specialized”.

Per REX3 F sono previsti 3 modelli aventi potenze rispettivamente di 55, 68 e 75 cavalli grazie ai motori Kohler 2,5 litri e 4 cilindri, che esprimono riserve di coppia rispettivamente del 50%, 45% e 32%. I giri motori sono gestiti grazie al pulsante Engine Memo Switch, con il quale è possibile dapprima registrare le impostazioni e successivamente richiamarle per un lavoro più efficace. Il serbatoio del gasolio ha una capacità di 50 litri.

Particolarmente apprezzate sono le dimensioni compatte, che permettono un’attività agevole tra vigneti e frutteti: passo 1.950mm; luce libera da suolo minima 213mm; larghezza esterna da 1350mm a 1617mm; altezza minima del volante da terra di 1.256mm; peso senza zavorre 2.200kg.

Landini REX3 F punta inequivocabilmente sulla versatilità, da cui trae il suo più evidente vantaggio competitivo. A partire dall’opzione della cabina Low Profile – Best in Class nella categoria dei convenzionali – che si presenta con struttura mono-scocca di 1,16mt di larghezza alla base, che si riduce a 0,86mt a livello del tetto, con un’altezza complessiva da terra minima di 1,87mt, che garantisce allo stesso tempo il rispetto del fogliame ed il comfort per l’operatore. A tale fine si aggiungono l’ampia apertura della portiera che facilita l’accessibilità, il volante inclinabile, il cruscotto multifunzione, l’assenza di leve sul tunnel centrale, il circuito di aria condizionata e la telecamera posteriore in opzione. La cabina offre massima visibilità nelle operazioni laterali, su terreni in pendenza e nelle coltivazioni in serra.

Maneggevolezza e facilità di utilizzo si ritrovano anche nell’opzione da fabbrica del sollevatore anteriore, con capacità di 1.000kg e nella geometria del telaio sotto-cabina studiata appositamente per l’installazione di varie attrezzature ventrali.

Concepito per i professionisti del lavoro nei vigneti e nei frutteti, il circuito idraulico offre 30 litri/min per lo sterzo e 50 litri/min per i distributori, fino a 3 con possibilità di portare un’uscita anche anteriormente, oltre a supportare il sollevatore idraulico posteriore a controllo meccanico ed ELS (Ergonomic Lift System), con sistema antidamping ed una capacità di ben 2.700 kg e bracci posteriori bi-regolabili.

Versatilità e comodità lo rendono un trattore costruito attorno alle esigenze dell’operatore: la trasmissione opera tramite inversore meccanico ed offre, con creeper, 16 velocità in avanti e 16 in retroversa in un intervallo di velocità da 0,4 a 40km/h.

L’assale anteriore ad innesto elettro-idraulico è prodotto negli stabilimenti Argo Tractors ed offre un angolo di sterzo di 55°.

Le ruote posteriori da 20 pollici (per la versione GE) e 24 pollici (per le versioni F) montano anche cerchi tipo Waffle, atti a sopportare carichi elevati garantendo sempre la miglior concentricità tra cerchio e pneumatico per ridurre al minimo le vibrazioni, massimizzando il comfort nei trasferimenti stradali con attrezzature al seguito, complice anche la massa massima ammissibile di 4.000 kg.

A completare un quadro già ricco di specifiche concorre la perfetta compatibilità con il protocollo Landini di gestione della flotta. Su REX3 F può infatti esser installato il sistema Landini Fleet Management che garantisce dati telemetrici, diagnostica da remoto, un’efficiente integrazione col sistema post-vendita, un collegamento diretto con il reparto assistenza e una riduzione dei tempi di fermo per manutenzione, oltre ad una corsia preferenziale per l’operatore per massimizzare l’operatività dell’azienda agricola.

Landini Serie 7

Landini Serie 7, già finalista al concorso Tractor of the Year, troverà un posto speciale nello stand virtuale di Argo Tractors con modelli che coprono una gamma di potenza oltre i 200 cavalli.

Grazie ad una più grande capacità del serbatoio, migliora l’autonomia del mezzo nella giornata lavorativa. Con un interasse di 2.820mm, un peso a vuoto di 8.300kg e 13.000kg a pieno carico, presenta un’equilibratura anteriore del 46% e posteriore del 54%, oltre a un’alta efficienza di traino.

Serie 7 in Stage V presenta alcuni elementi di continuità con Stage IV a partire dal tipico telaio in ghisa che alloggia il motore generoso e a basso consumo di carburante. Lo chassis incrementa la solidità della trasmissione, garantisce un livello di vibrazioni inferiore, migliora la trazione, aumenta la manovrabilità ed esclude la necessità di telai addizionali per attrezzature anteriori.

Disponibile il pedale del freno motore, l’Engine Brake System, che, utilizzando la valvola a farfalla motorizzata elettronica del turbocompressore, permette all’operatore di aumentare la coppia frenante, attivando il freno motore in combinazione con i normali freni del trattore.

La frizione Viscotronic è controllata dal modulo di controllo del motore, per una precisa modulazione della velocità del ventilatore. La soluzione adottata garantisce migliori prestazioni di raffreddamento, controllo preciso della ventola, minor perdita di potenza e una valida riduzione del rumore.

Il cambio della legislazione sulle emissioni ha portato, poi, all’introduzione di novità di stile e design. In quest’ultimo ambito, una delle più evidenti migliorie di prodotto è un angolo di visuale a 360 gradi, garantito da 20 fari a Led di cui 12 sul tetto, caratterizzato anch’esso da un nuovo design e da una capote in perfetto stile Landini.

Materiali di alta qualità, elevata ergonomia, attenzione ai dettagli, una cabina spaziosa e ad alto comfort completano un quadro che garantisce a Landini Serie 7 V-Shift facilità di utilizzo, prestazioni e produttività, risposte alle esigenze del cliente, comfort estremo e manutenzione semplificata.

Serie 7 è dotata di un’evoluta Landini Semi-Active Cab Suspension, controllata da una centralina in grado di modificare il comportamento degli ammortizzatori e di mantenere un elevato livello di comfort in ogni condizione. Questa soluzione sulla cabina permette di gestire le sospensioni in base alle preferenze dell’operatore che può selezionare tre diversi livelli.

Rimanendo sul comfort di guida, su strada e in campo, non disgiunto dalla sicurezza, Serie 7 presenta il meglio della categoria per quanto riguarda il sistema di sospensione a bracci indipendenti dell’asse anteriore, con blocco elettroidraulico al 100%, auto 4WD, blocco differenziale e auto livellamento automatici.

Ulteriore novità, assicurata dal nuovo design del veicolo, è l’introduzione del movimento di inclinazione del volante controllato elettricamente attraverso un pulsante, mentre con una leva è possibile la regolazione dell’altezza dello stesso.

Per Serie 7 è disponibile un sollevatore anteriore per carichi fino a 3.500Kg, con sensore di posizione integrato direttamente al telaio in ghisa. Questo design garantisce un alto livello di prestazioni, oltre a una robustezza dell’intera trasmissione.

La Serie 7 dispone di un circuito idraulico a centro chiuso da 123 l/min con una pompa dedicata per lo sterzo da 44 l/m. Come optional è disponibile una pompa Ultra Flow da 160 l/m. Altra caratteristica del sistema è la piena configurabilità dei distributori elettroidraulici.

Il layout del quadro di controllo è stato mantenuto molto semplice e pulito, assicurando una notevole facilità di utilizzo. Sono stati aggiunti nuovi menu per un’esperienza dell’utente sempre più professionale.

Landini ha introdotto l’ADS2, Advanced Driving System2, un sistema di guida elettronico intelligente che intende favorire l’esperienza di guida e aumentare la produttività. Si caratterizza per uno sterzo super comfort, coppia attiva al volante con emulazione diretta dello sterzo, ammortizzatori Road & Field con smorzamento attivo, riallineamento automatico delle ruote in marcia avanti e retromarcia, volante multifunzionale a ore 12 con feedback attivo (haptic-vibra), integrazione con il controllo del veicolo e MyHMF, sistema di gestione delle manovre di fine campo avanzate. Infine il sistema PSM Precision Steering Management garantisce ottime prestazioni nelle lavorazioni dove accuratezza e precisione sono imprescindibili.

Grazie al menu MyLights è possibile programmare i fari lavoro per una perfetta visibilità in ogni situazione, Ancor più ampia la libertà di configurazione dei controlli della Serie 7 attraverso il nuovo menu MyFunctions che permette di attribuire a 5 pulsanti altrettante funzioni scelte attraverso il DSM (monitor touch da 12”).

Altra novità introdotta per aumentare aderenza e trattività del trattore è il Landini EazyGrip, integrato tramite ISObus nel monitor DSM. Questa funzione permette d’impostare la pressione degli pneumatici per un perfetto funzionamento in campo e nel trasporto su strada. EazyGrip ottimizza l’impronta dello pneumatico, aumenta la trazione e l’efficienza, riduce il consumo di carburante, ottimizza l’usura e la durata degli pneumatici, migliora sicurezza e manovrabilità su strada.

La connettività tra l’operatore di Serie 7 e la flotta è garantita dal Landini Fleet Management, un sistema che fornisce informazioni di geo-posizionamento, dati telemetrici come consumo di carburante, ore lavorate e geofence per delimitare le superfici da lavorare.  Inoltre sono visualizzabili dettagli riguardanti la posizione in tempo reale, la velocità corrente, i giri motore, i livelli dei serbatoi, con relative diagnosi sullo stato del trattore che danno la possibilità di programmare con chiarezza gli interventi di manutenzione, abbattendo sensibilmente i tempi di fermo macchina.

agricoltura di precisione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi