Revisione dei trattori agricoli: quando e come si parte?

Revisione-trattori-Landini

Si avvicinano le prime scadenze per la revisione dei trattori agricoli: nel 2019 un decreto del Ministero dei trasporti e del Ministero delle politiche agricole ha stabilito le nuove date entro le quali si dovrà procedere alla revisione delle macchine agricole, prorogando le scadenze stabilite in precedenza.

La revisione del trattore è una procedura obbligatoria: lo prevede il Codice della strada, che introduce anche delle sanzioni per chi dovesse circolare su strada con dei mezzi non revisionati.
Tuttavia ad oggi manca un provvedimento attuativo che stabilisca delle regole chiare: a causa del grande numero di veicoli interessati e della loro complessità, ancora non sono state definite le normative tecniche per i controlli, né sono state individuate le officine autorizzate.

Indice dei contenuti

Proroga della revisione dei trattori agricoli

Nel 2019 i termini per la revisione dei trattori sono stati prorogati: nel 2015 un primo decreto prevedeva che l’intero parco macchine agricolo dovesse essere revisionato tra il 2017 e il 2021. I ritardi nel definire le norme per l’attuazione hanno però portato nel 2019 a prorogare i termini: la prima scadenza per la revisione è diventata il 30 giugno 2021 per i veicoli più datati, ovvero quelli immatricolati fino al 1983.

Ora che la nuova data si avvicina sono in molti a chiedersi quali siano le officine autorizzate e le specifiche tecniche da rispettare. Nell’attesa del provvedimento attuativo, o di un’eventuale nuova proroga, proviamo a fare chiarezza sulle attuali scadenze, gli obblighi e le normative, rispondendo alle domande chiave che molti si stanno ponendo in questo periodo.

Quali sono le nuove scadenze per la revisione dei trattori agricoli?

Il decreto interministeriale del 2019 interviene ad aggiornare e prorogare le date stabilite nel 2015 per la revisione dei trattori e delle macchine agricole.
Ecco le ultime scadenze aggiornate alla luce delle nuove normative:

Data di immatricolazione dei trattori e macchine agricoleNuove scadenze aggiornate (decreto 80 del 2019)
Veicoli immatricolati entro 31 dicembre 1983Revisione entro 30 giugno 2021
Veicoli immatricolati tra 1° gennaio 1984 e 31 dicembre 1995Revisione entro 30 giugno 2022
Veicoli immatricolati tra 1° gennaio 1996 e 31 dicembre 2018Revisione entro 30 giugno 2023
Veicoli immatricolati dopo 1° gennaio 2019Revisione entro il 5° anno dall’immatricolazione (entro la fine del mese di prima immatricolazione)

Quali sono le officine autorizzate per la revisione dei trattori agricoli?

Per il momento non sono ancora state individuate le officine autorizzate per la revisione di trattori e macchine agricole, né le officine mobili per la revisione a domicilio previste dalle normative.
A causa della complessità e delle specifiche di questi macchinari è necessario rivolgersi a personale formato e competente. Per il momento si attende l’adozione di un provvedimento attuativo che dovrà definire tutte le modalità e i requisiti tecnici per poter procedere alla revisione.

Le normative sulla revisione dei trattori agricoli

Il Codice della strada introduce l’obbligo di sottoporre a revisione tutti quei trattori e quelle macchine agricole soggette a immatricolazione, al fine di verificare i requisiti minimi per l’idoneità alla circolazione su strada e la sicurezza nei luoghi di lavoro. In particolare l’articolo 110 del codice prevede sanzioni da 85€ a 338€ o ritiro della carta di circolazione in caso di mancata revisione.
Nel 2015 il Ministero dei trasporti e il Ministero delle politiche agricole emanano un decreto interministeriale, in cui vengono stabilite per la prima volta le scadenze per la revisione: questa deve essere ripetuta ogni 5 anni e il 31 dicembre 2017 diventa il primo termine per la revisione dei veicoli immatricolati prima del 1973.
La normativa riguarda trattori agricoli, macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi, rimorchi agricoli con massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 tonnellate e con massa complessiva inferiore a 1,5 tonnellate se le dimensioni d’ingombro superano i 4 metri di lunghezza e 2 metri di larghezza (fonte: Decreto 20 maggio 2015).
Nel 2019 un nuovo decreto interministeriale interviene per prorogare le scadenze: i nuovi termini aggiornati per la revisione vanno dal 30 giugno 2021 fino al 30 giugno 2023, a eccezione dei veicoli immatricolati dal 1° gennaio 2019, che avranno tempo 5 anni per effettuare la revisione (Decreto 80 del 2019).

Messa a norma dei trattori agricoli

Un discorso a parte merita la messa a norma dei trattori agricoli per il rispetto delle normative sulla sicurezza. Direttive europee e nazionali dispongono infatti l’obbligo di adeguare il trattore per prevenire i rischi per i lavoratori, in particolare quelli derivanti dal ribaltamento.
I principali dispositivi previsti sono il telaio di protezione e la cintura di sicurezza. La messa a norma può essere effettuata presso le officine autorizzate ai sensi della legge 122 del 5 febbraio 1992. Se vuoi approfondire l’argomento, ne abbiamo parlato in questo articolo sulla sicurezza dei trattori.

Per avere trattori sempre efficienti e performanti, che ti permettano di lavorare in massima sicurezza, noi di Landini ti offriamo un servizio tecnico di assistenza specializzato e formato per intervenire specificamente sul tuo trattore. Per ogni esigenza puoi contattare il concessionario Landini più vicino a te:

agricoltura di precisione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi