Quali vantaggi può portare l’economia circolare all’agricoltura?

Economia circolare agricoltura

Che cos’è l’economia circolare?

Con l’espressione economia circolare si intende un’economia in grado di rigenerarsi da sola: ciò che normalmente è destinato a essere scartato e disperso nell’ambiente viene invece in questo caso riusato e valorizzato.
L’economia circolare mira a un aumento dell’efficienza dal punto di vista economico ed ecologico. Si chiama circolare perché si oppone al tipico modello lineare, che partendo dalle materie prime porta alla loro trasformazione fino al loro smaltimento. Un sistema circolare prevede invece di rimettere in circolo le risorse, con l’obiettivo finale di ridurre al minimo gli sprechi.

L’economia circolare in agricoltura

Nell’ottica dell’economia circolare diventa fondamentale non solamente ridurre gli sprechi, ma anche valorizzare gli scarti per produrre nuovo valore. Sotto vari punti di vista, l’agricoltura rappresenta il campo perfetto per praticare l’economia circolare, producendo prodotti sostenibili da fonti rinnovabili:

  • da secoli gli scarti animali dell’allevamento vengono usati come fonte per ottenere concimi e ammendanti per l’agricoltura. Ricchi di elementi nutritivi e in particolare di azoto, fosforo e potassio, permettono di arricchire il terreno e di migliorarne le caratteristiche fisiche.
  • Un altro utilizzo circolare di risorse agricole è rappresentato dalle biomasse, ovvero quella materia organica generata da piante e animali, utilizzata per produrre energia. Si tratta generalmente di materiali di scarto, come legna da ardere, liquidi reflui degli allevamenti o alghe marine, che possono essere usati direttamente o modificati per ottenere fonti energetiche pulite, che minimizzano il riempimento delle discariche. Sono inoltre risorse di cui abbiamo grande disponibilità e che si rivelano molto versatili per l’uso.
  • Aumentare l’efficienza e ridurre gli sprechi è inoltre un obiettivo che l’economia circolare condivide con l’agricoltura di precisione: quest’ultima rende infatti possibile un uso mirato di fertilizzanti e prodotti chimici, secondo le necessità del suolo, cercando di fornire la giusta quantità di sostanze necessarie al momento giusto, nel posto giusto. In questo modo si ottiene un’ottimizzazione delle prestazioni, riducendo invece l’impatto ambientale.

I vantaggi dell’economia circolare

Secondo le previsioni dell’Unione Europea, adottare misure legate all’economia circolare permetterebbe alle imprese europee un risparmio complessivo di circa 600 miliardi di euro ogni anno, cioè approssimativamente l’8% del fatturato totale. Allo stesso tempo si riuscirebbe a ridurre le emissioni totali di gas serra tra il 2% e il 4%.
I vantaggi sono molti:

  • garantire una maggiore disponibilità di materie prime
  • ridurre l’impatto ambientale
  • aumentare la competitività
  • favorire innovazione e crescita economica

Noi di Landini siamo sempre a fianco di chi lavora nel campo dell’agricoltura, per aiutarli ad affrontare le sfide di tutti i giorni con trattori affidabili, facili da usare e all’avanguardia. Contatta i nostri concessionari per trovare il trattore più adatto alle tue esigenze:

agricoltura di precisione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi