Potatura meccanica dei vigneti: quando conviene?

potatura vigneti

L’impiego delle macchine nell'operazione di potatura, già molto diffuso in Australia e California, è stato man mano introdotto in molte aree viticole del mondo per rispondere alle esigenze di contenere l’impiego di manodopera e di conseguenza i costi di gestione.

Spesso la potatura meccanica è vista in contrapposizione netta con quella tradizionale di tipo manuale ma in realtà coesiste con essa pur basandosi su criteri completamente differenti.

L’idea è che questa pratica non deve essere intesa dai viticoltori come una strada obbligata ma come un’opportunità da impiegare all'occorrenza per migliorare le prestazioni e la competitività dell'azienda.

Perché scegliere di effettuare la potatura meccanica

La potatura meccanica ha assunto sempre più importanza con l’aumentare delle dimensioni delle aziende viticole in quanto porta 3 vantaggi principali:

  1. contenere i costi che dipendono dal sesto d’impianto e dallo sviluppo vegetativo della pianta i quali condizionano il numero di tagli da eseguire;
  2. sopperire alla mancanza di manodopera specializzata nel periodo richiesto;
  3. garantire la tempestività dell’intervento, che dovrebbe essere eseguito preferibilmente nella seconda parte dell’inverno.

potatura vigneti

Metodi di impiego della macchina per la potatura

Potatura meccanica

La potatura meccanica è l’intervento eseguito tramite una macchina provvista di barre di taglio, detta appunto potatrice, e consequenziale rifinitura manuale, effettuata da operatori portati da un carrello trainato dalla medesima trattrice su cui è montata la potatrice.

Si è calcolato che tale tecnica comporti un impiego complessivo di manodopera indicativamente inferiore a 24-26 ore uomo/ha.

La conseguenza più evidente di questo tipo di intervento è la maggiore quantità di gemme che rimangono sulla piante e che comporta:

  • Maggiore numerosità dei grappoli (anche se di dimensione minore) per cui la produzione risulta uguale o anche superiore a quella ottenuta con la sola potatura manuale.
  • I grappoli risultano più radi e meno soggetti agli attacchi da parte della muffa grigia.

Potatura meccanica integrale

Si definisce potatura meccanica integrale quella in cui è previsto l’impiego di potatrici senza la rifinitura manuale con l’impiego per 4-5 ore/ha della sola macchina.

La potatura meccanica, a differenza della potatura meccanica integrale, può essere considerata una potatura manuale agevolata in quanto i risultati finali poco si discostano da quelli della tecnica più tradizionale in relazione a numero di capi a frutto/speroni lasciati, carico di gemme e numero di tagli eseguito.

potatura vigneti

Quando si può applicare e cosa comporta la potatura meccanica

La potatura meccanizzata e la potatura meccanica integrale sono applicabili solamente nei vigneti allevati a cordone permanente, in modo particolare a quelli espressamente concepiti per raggiungere un elevato grado di meccanizzazione, ovvero Cordone libero e Doppia cortina.

Possono inoltre essere applicate con successo anche a Casarsa e Cordone speronato, con le limitazioni che la struttura di queste ultime comporta.

Per eseguire una corretta esecuzione della potatura meccanica è necessario seguire poche ma fondamentali regole generali per non compromettere la funzionalità e la longevità dell'impianto:

  • è consigliabile posizionare l'organo di taglio il più vicino possibile al cordone, per evitare fenomeni di invecchiamento ed eccessi produttivi;
  • occorre evitare le ferite radenti, mantenendo un moncone equivalente almeno al diametro della ferita da taglio al momento dell'eliminazione di legno di due o più anni;
  • occorre poi tenere in maggiore conto della sensibilità al freddo dei singoli vitigni (sulle varietà più sensibili al gelo è meglio intervenire solo poco prima della ripresa vegetativa, così da favorire un più rapido processo di cicatrizzazione delle ferite).

Come scegliere la giusta macchina per lavorare tra i filari

Valutare il giusto trattore che ti permetta di eseguire le lavorazioni in vigna con la perfetta manovrabilità è molto importante.

I trattori da vigneto sono mezzi specialistici progettati appositamente per le lavorazioni in vigna e in ogni lavorazione dove lo spazio di lavoro e manovra sono molto ridotti. Per questo si tratta di macchine agricole molto piccole e compatte le cui dimensioni sono progettate appositamente per garantire agilità, manovrabilità e per massimizzare il comfort dell’operatore.

Requisito fondamentale per un macchinario per le vigne è la capacità di effettuare manovre in spazi ristretti, ciò significa ottimizzare al massimo il raggio di sterzata grazie ad un design funzionale ed alla rastrematura del cofano.

Puoi trovare tutte queste caratteristiche nei trattori della nostra gamma Vigneto.

 

agricoltura di precisione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi